Duo Novalis

ENGDE   Il Duo Novalis è nato nel 1991 dall’incontro dei pianisti Stefania Amisano e Claudio Cristani, con l’intento di creare una formazione stabile che privilegiasse e valorizzasse nelle proprie scelte l’aspetto essenzialmente cameristico del duo a quattro mani.
Formatosi inizialmente sotto la guida di Pierpaolo Maurizzi, il duo ha proseguito lo studio del repertorio cameristico con Dario De Rosa, Maureen Jones, il Trio di Trieste (Dario De Rosa, Renato Zanettovich, Amedeo Baldovino) e Joseph Paratore, perfezionandosi presso prestigiose istituzioni quali la Scuola di Musica di Fiesole e la Scuola Superiore Internazionale di Musica da Camera del Trio di Trieste a Duino, l’Internationale Sommerakademie Mozarteum Salzburg. Dal suo debutto, avvenuto nel 1992 con una serie di concerti per la Gioventù Musicale, il Duo ha ottenuto lusinghieri riconoscimenti in importanti concorsi nazionali e internazionali, distinguendosi per il rigore interpretativo e l’equilibrio strumentale.
Più volte segnalato dalla critica tra le migliori presenze del panorama musicale italiano, svolge un’intensa attività concertistica internazionale spaziando dal repertorio classico alla nuova musica; ha effettuato numerose registrazioni radiofoniche e discografiche, tra cui l’integrale delle opere per pianoforte a quattro mani di Paul Hindemith (prima registrazione mondiale). Accanto alla pratica della grande letteratura romantica e moderna per duo pianistico,  la formazione si è specializzata nel repertorio contemporaneo, dedicando una parte importante del proprio lavoro  alla commissione e creazione di nuovi lavori per duo pianistico, spesso rivolti all’interazione con le nuove tecnologie e l’elettronica. Tra i numerosi compositori che hanno scritto per il Duo vi sono Gerhard E. Winkler, Agostino Di Scipio, Bernd Richard Deutsch, Fabio Nieder, Johannes Kretz, Grzergor Pieniek e Stefano Trevisi. Nel 2010 è tra i fondatori del collettivo musicale cantierezero, ensemble attivo nella ricerca e sperimentazione di nuovi percorsi cameristici nella musica del nostro tempo, in sinergia con l’elettronica e le nuove tecnologie.

Download the press kit  (ITA)